Il Carnevale di  Regalbuto è un appuntamento da non perdere per gli amanti dei ballo e dell’allegria. Questa manifestazione che i regalbutesi inscenano da oltre 130 anni e che esplode negli ultimi tre giorni antecedenti il mercoledì delle Ceneri, rallegra con musiche, danze e maschere l’atmosfera regalbutese per circa un mese. I preparativi, che ogni anno sbalordiscono sia i cittadini che i visitatori, i quali sempre più numerosi si recano a Regalbuto, sono complessi e meticolosi. Momento culminante e polo di attrazione sono le ‘contradanze’, ballo di gruppo con 12 coppie che affonda le radici nel passato quando, con la fine dell’inverno, si organizzavano feste e danze per salutare l’arrivo dello primavera e per propiziarsi un buon raccolto, allontanando tristezze e malinconie. Particolare attenzione viene dedicata allo realizzazione dei costumi che si rifanno alla sicilianità pura, a determinate epoche storiche, a varie realtà geografiche o sono artistiche creazioni di fantasia. La manifattura, assolutamente artigianale, richiede mesi di accurata preparazione per la scelta dei tessuti, dei colori, delle decorazioni, affinchè il risultato finale sbalordisca sempre più. Nessuno cittadino o visitatore in paese si può sottrarsi o questa “magica atmosfera” fatta di scherzi, allegria e danze.

Qui il carnevale è una festa di allegria e di propensione allo scherzo e alla stravaganza. La popolazione, ballando lungo le vie e le piazze, socializza e si diverte, scherza anche con i forestieri che giungono numerosi dai centri vicini. In un modo o nell’altro, giovani e anziani sono coinvolti da questa manifestazione, i primi perchè sono gli animatori della festa, i secondi perchè vestono il carnevale preparando costumi, maschere, carri allegorici, ecc.

Inizialmente, i principi ispiratori di questa manifestazione si basavano sulla magia: eliminare il “male” che si accumulava durante la stagione invernale, propiziare la fertilità delle campagne, del bestiame e anche delle donne. Agli inizi del  Novecento i Regalbutesi celebrano il carnevale in modo trasgressivo e burlesco e, sempre più, esso assume le caratteristiche di una celebrazione di “un mondo alla rovescia”, per rompere in modo satirico, con la rigidità dei costumi dell’epoca. Oggi, per certi versi, il carnevale regalbutese significa il curioso retaggio del passato, ma è soprattutto una simpatica divagazione che stuzzica tutti. Immersi in un bagno di folla allegra e ballerina, fra giochi di luci e colori, dove impazzano il ritmo della musica e i sacchi di coriandoli, fra maschere, contradanze e carri allegorici, in questi giorni, è impossibile che qualcuno possa avere malinconia o pensieri tristi. Il Nostro Carnevale continua con innovazione e spettacolo e c’è solo un modo per scoprirlo: partecipare!


Eventi 2016